Il dolore al centro della schiena

Esiste una tipologia di mal di schiena che può risultare di difficile gestione: il dolore al centro della schiena. In questo articolo ti parlerò di questa condizione.

4/15/2022
Fisioterapia
Stefano Pegoraro

Oltre alle più comuni lombalgie, lombosciatalgie e cervicalgie, esiste una tipologia di mal di schiena che può risultare fastidiosa e di difficile gestione: si tratta del dolore al centro della schiena.

In questo articolo ti parlerò di questa condizione, partendo dall’anatomia della schiena fino ad individuare cause e sintomi, per poi analizzare quali sono i rimedi più efficaci per la sua risoluzione.

Perciò buona lettura!

Cos’è il dolore al centro della schiena

Il dolore al centro della schiena (ossia la dorsalgia) consiste in una forma appunto di mal di schiena in cui il dolore viene percepito nel tratto centrale della nostra colonna vertebrale, nella maggior parte dei casi nella fascia tra le scapole.

Nonostante non sia molto diffuso, il dolore al centro della schiena può risultare molto invalidante, costringendo il soggetto a interrompere le sue attività preferite ma anche lavorative. 

La prognosi è in generale favorevole, ma attenzione: le cause possono essere di diverso tipo, ed è proprio in base a queste che può variare la risoluzione. Perciò non sottovalutare il problema e affidarsi a specialisti è la strategia migliore.

Il dolore al centro della schiena può diventare invalidante nel tempo, costringendoti all’interruzione delle tue attività lavorative e preferite

Anatomia della schiena

Per capire meglio questo tipo di dolore ti farò un breve cenno riguardo l’anatomia del nostro corpo e in particolare della nostra colonna vertebrale. La spina dorsale è formata da vertebre divise così dall’alto verso il basso:

  • 7 cervicali, disposte in modo da formare una curvatura in avanti detta lordosi
  • 12 dorsali o toraciche, con una curvatura all’indietro detta cifosi. Queste, con coste e sterno formano la gabbia toracica
  • 5 lombari, che presentano lo stesso tipo di curvatura del tratto cervicale
  • 5 sacrali
  • 3-5 vertebre coccigee, che appunto formano il coccige

I diversi tipi di mal di schiena

In base alla divisione della colonna nei vari tratti possiamo distinguere diversi tipi di mal di schiena a seconda di dov’è localizzato il sintomo:

  • cervicalgia: dolore alla parte alta della schiena, nella regione anteriore o posteriore del collo
  • dorsalgia: dolore al centro o metà della schiena, nella zona compresa tra le scapole
  • lombalgia: si tratta del più comune dolore alla parte bassa, tipicamente in seguito a strappi o colpi della strega. Spesso in questi casi c’è dolore alla schiena e alle gambe
  • dolore sacrale o coccigeo: dolore alla parte terminale della schiena e al bacino

Le cause del dolore al centro della schiena

Le cause della dorsalgia possono essere distinte in due categorie, ossia quella di origine muscoloscheletrica, ovvero i casi in cui il dolore origina da un disturbo che riguarda in maniera diretta la colonna e le sue parti, e quella di origine viscerale, perciò quando il dolore viene evocato da disordini degli organi interni di addome ma anche torace.

Individuare quindi quale sia l’epicentro del dolore è fondamentale per poi agire direttamente su di esso per risolvere il problema: affidarsi a specialisti quindi è di fondamentale importanza fin da subito senza esitare.

Cause muscoloscheletriche

Tra le cause di origine muscoloscheletrica possiamo individuare:

  • posture errate: il mantenimento di cattive posture per tempi prolungati durante la giornata può causare un’alterazione dell’equilibrio tra i vari muscoli della schiena, con conseguente dolore percepito al centro della schiena. Tipicamente in studio mi capita di incontrare pazienti con dolori dorsali che svolgono attività lavorative al computer o alla scrivania, seduti con le spalle curve anche per 6-8 ore al giorno
  • debolezza muscolare e scarsa mobilità: pazienti con un'aumentata cifosi dorsale o con scarso livello di attività fisica (e perciò vita sedentaria) spesso presentano dolore in zona centrale della colonna causato da una ridotta mobilità del tratto toracico e debolezza della muscolatura della schiena, con conseguenti contratture e dolore che si presentano anche dopo sforzi minimi
  • traumi diretti: ovviamente traumi alla colonna e in particolare al tratto dorsale può causare dolore in questa zona della schiena, con rischio anche di fratture vertebrali
  • patologie della colonna: artrosi della colonna, scoliosi, osteoporosi e altre condizioni patologiche possono essere causa di dorsalgia
  • problematiche nervose: infiammazione dei nervi della schiena come nel caso di ernie dorsali possono causare forti dolori persistenti durante la giornata con sensazione di bruciore
  • disturbi cervicali: in alcuni casi il dolore dorsale non deriva direttamente dal tratto toracico ma da problematiche al tratto più alto della colonna, come schiacciamento di vertebre cervicali o situazioni di collo bloccato

‍Sai che abbiamo scritto un libro sul mal di schiena, ricco di consigli utili e di esercizi per gestire il tuo problema? Lo trovi cliccando sull'immagine qui sotto:

Cause viscerali

Problematiche ai visceri possono dare come risultato dolore al tratto dorsale e al centro della schiena. In caso di intestino infiammato (ad esempio la colite) o disturbi vescicali e renali ad esempio si può percepire mal di schiena accompagnato però anche da mal di stomaco e altri sintomi come febbre o nausea.

Altro caso particolare è quello del dolore al petto e alla schiena tipico dell’angina pectoris, evocato da problematiche cardiache: anche in questo caso il sintomo a livello dorsale è accompagnato anche da dolore al braccio, mandibole e senso di costrizione al petto.

Non solo problematiche alla colonna, ma anche disturbi di organi viscerali come intestino, reni o vescica possono portare ad avvertire dolori in zona dorsale.

I sintomi

Il sintomo principale nei casi di dorsalgia è il dolore, localizzato nella maggior parte dei casi alle spalle o alle scapole.

 Può presentarsi come fitte in alcuni momenti e movimento oppure persistente o costante durante la giornata o serale, segno di affaticamento muscolare. 

In alcuni casi ci può essera anche mal di schiena a letto e notturno, specialmente nella posizione supina (ossia a pancia in su), dovuto alla pressione del letto sul tratto toracico, tipico in casi di infiammazione o contrattura muscolare.

Nei casi di ipomobilità del tratto per artrosi o scarsa attività fisica la dorsalgia si presenta con dolore al risveglio, che tende a diminuire con il movimento.

Spesso il dolore dorsale è associato al respiro, con dolori intercostali.

Il dolore inoltre può essere accompagnato anche da altre sensazioni come:

  • alterazione di sensibilità cutanea
  • sensazione di debolezza e cedimento
  • bruciore al centro della schiena

I rimedi contro il dolore al centro della schiena

A questo punto ti parlerò dei rimedi contro il dolore al centro della schiena, quali sono i più efficaci e come poter prevenire questa condizione o la sua ricomparsa dopo un primo episodio. 

Come detto in precedenza valutare la vera causa del mal di schiena dorsale è fondamentale per poter intervenire in maniera mirata: da questo dipende quindi la durata della condizione e quindi la prognosi, ma salvo condizioni gravi o particolari è comunque favorevole.

Per permettere la sua risoluzione però è importante affidarsi a professionisti qualificati e specializzati, che ti possano accompagnare e guidare verso il percorso più efficace per te.

Terapia farmacologica

Specialmente in fase acuta un adeguato piano di trattamento farmacologico è utile per la riduzione del dolore invalidante e troppo intenso. Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e analgesici sono i più indicati per queste situazioni. Fai sempre attenzione: non fidarti del tuo istinto e non abusare della loro assunzione, ma affidati al tuo medico e alle sue indicazioni!

Specialmente per i casi in cui il dolore dorsale è dovuto a stati infiammatori o patologie viscerali la corretta terapia farmacologica può diventare risolutiva.

Omeopatia

L’omeopatia è un sistema clinico farmaceutico che consiste nell’utilizzo di derivati da sostanze vegetali, minerali o animali allo scopo di stimolare determinati processi di guarigione. Nel caso di dolore al centro della schiena farmaci omeopatici possono essere presi in considerazione per la riduzione del dolore, ma ci tengo a precisare questa cosa: a oggi sono scarse le evidenze scientifiche riguardo i reali benefici di questo tipo di cura.

Pilates, yoga… qualsiasi cosa!

Il movimento è la prima forma di cura e di prevenzione per quanto riguarda il dolore al centro della schiena. Mantenere uno stile di vita attivo è veramente importante per il benessere generale, compreso quella della nostra schiena. In questo modo permettiamo di mantenere mobilità e forza muscolare necessaria per le nostre attività abituali, evitando il rischio di contratture o dolori in seguito a movimenti bruschi o posture scorrette mantenute per troppo tempo.

Programmi di attività come il pilates, yoga, esercizi a corpo libero, qualsiasi cosa va bene! Anche solo camminare fa bene per la nostra schiena. L’importante è rimanere attivi: 30-40 minuti di attività per 3-4 volte alla settimana possono veramente cambiare la tua vita… e farti star bene!

Camminare a passo sostenuto per 30 minuti per 3-4 volte a settimana è uno stimolo adeguato ed efficace per prevenire dolori o disturbi alla tua schiena, e stare meglio a 360°!

Fisioterapia

Ovviamente da fisioterapista non posso che parlarti della fisioterapia come primo rimedio nei casi di dorsalgia acuta o persistente nel tempo. L’intervento fisioterapico non consiste solo nello scrocchiare la schiena o in qualche massaggio: un’attenta valutazione e un approfondito colloquio con il paziente permettono di individuare quei fattori che hanno dato il via al dolore al centro della schiena, in modo poi da impostare il programma terapeutico più  adeguato alla situazione.

Il fisioterapista infatti può servirsi di diverse strategie di intervento da utilizzare anche insieme all’interno del percorso:

  • terapia manuale a lettino, tramite tecniche specifiche di trattamento sulla colonna o sui tessuti muscolari, per ridurre il dolore e permettere il recupero del movimento perso
  • terapie fisiche e strumentali, come TECARterapia, LASERterapia, ultrasuonoterapia, utili per diminuire l’intensità del sintomo in fase acuta
  • idrokinesiterapia: la fisioterapia in acqua all’interno di specifiche piscine riabilitative dà la possibilità di recuperare precocemente il movimento senza dolore e un iniziale rinforzo delle strutture, dato il vantaggio di scarico del peso offerto dall’acqua
  • esercizio attivo: programmi personalizzati e specifici di esercizi di rinforzo e mobilità all’interno della palestra riabilitativa permettono di massimizzare a lungo termine gli effetti benefici raggiunti nel breve termine, per dire addio definitivamente al mal di schiena dorsale
  • intervento educazionale: educare il paziente a individuare i fattori di rischio che hanno portato alla comparsa del mal di schiena è fondamentale per evitare recidive. Correggere la postura, cambiare scarpe non adeguate, lasciare esercizi per il domicilio… tutto questo è compito del fisioterapista

‍A proposito di esercizi per il mal di schiena abbiamo creato una vera e propria guida pratica con consigli per dare mobilità e forza alla tua schiena. La trovi cliccando sull'immagine qui sotto

Visita specialistica

Come già visto in precedenza il dolore al centro della schiena in alcuni casi può essere dovuto a condizioni particolari o patologie viscerali. Effettuare visite specialistiche fin da subito può essere determinante per la risoluzione anche in breve tempo del problema. Non sottovalutare la situazione e affidati quindi al parere di professionisti qualificati e competenti, che possono indirizzarti verso la figura specialistica più adeguata in base al tuo problema e sintomi presentati.

Conclusioni

Il dolore al centro della schiena è una condizione che può risultare invalidante, nonostante sia meno comune rispetto a problematiche come la lombalgia o il dolore alla cervicale. Intervenire in maniera adeguata è il segreto per la sua risoluzione: movimento e stile di vita attivo e fisioterapia sono i punti cardini per la dorsalgia dovuta a cause correlate alla colonna vertebrale. 

Nei casi in cui il dolore deriva da patologie viscerali invece è fondamentale effettuare indagini più approfondite specialistiche in modo da poter intervenire il prima possibile sulla causa del sintomo.

Bibliografia

  1. Effects of an active break and postural shift intervention on preventing neck and low-back pain among high-risk office workers: a 3-arm cluster-randomized controlled trial

Waongenngarm P, van der Beek AJ, Akkarakittichoke N, Janwantanakul P. 

Scand J Work Environ Health. 2021 May 1;47(4):306-317. doi: 10.5271/sjweh.3949. Epub 2021 Apr 27. 

PMID: 33906239; PMCID: PMC8091075.

  1. A health behavior screening tool for non-specific neck pain in office workers: a 1-year prospective cohort study.

Areerak K, van der Beek AJ, Janwantanakul P. 

J Occup Health. 2018 Sep 26;60(5):410-418. doi: 10.1539/joh.2018-0001-FS. Epub 2018 May 9. 

PMID: 29743392; PMCID: PMC6176027

  1. Effects of stabilization exercises on disability, pain, and core stability in patients with non-specific low back pain: A randomized controlled trial.

Salik Sengul Y, Yilmaz A, Kirmizi M, Kahraman T, Kalemci O. 

Work. 2021;70(1):99-107. doi: 10.3233/WOR-213557. 

PMID: 34487008.

  1. Prevalence and risk factors of neck pain in military office workers. 

De Loose V, Burnotte F, Cagnie B, Stevens V, Van Tiggelen D. 

Mil Med. 2008 May;173(5):474-9. doi: 10.7205/milmed.173.5.474. 

PMID: 18543569.

Stefano Pegoraro

Fisioterapista dal 2020, studente al Master di Terapia Manuale e Fisioterapia Muscoloscheletrica, appassionato nella gestione del dolore e in ambito sportivo, soprattutto nel basket e nel calcio. Dal 2022 faccio parte del Team di Fisio Salute.

Sei interessato a questo servizio?

Scrivici o chiamaci per informazioni

Contattaci