Adipometria

L’adipometria è una metodologia di misurazione ad ultrasuoni che serve ad analizzare lo strato adiposo sottocutaneo e muscolare in diverse zone corporee. In questo articolo voglio spiegarti cosa sia e come può essere utile per te.

4/15/2022
Nutrizione
Tiziana Ferretti

Come viene eseguita l’adipometria?

Gli ultrasuoni viaggiano in modo differente all’interno dei tessuti e questo permette di ottenere immagini ecografiche dei vari distretti, monitorarli nel tempo e ottenere informazioni sulla loro qualità e quantità.

Fisio Salute utilizza solo le migliori tecnologie in ambito medico e nutrizionale per garantire la massima attenzione ed efficacia a ciascun paziente.

Tecnologia ad ultrasuoni per migliori performance

Per l’adipometria, ci avvaliamo dell’adipometro BX2000 BodyMetrix, un ecografo che sfrutta la tecnologia ad ultrasuoni di derivazione medica per misurare con precisione e attendibilità lo spessore adiposo sottocutaneo, in modo assolutamente non invasivo e sicuro per il paziente. Questo strumento permette di effettuare due diverse tipologie di valutazioni:

Adipometria ecografica​

Misurazione puntiforme dello strato di grasso dall’elevata precisione e affidabilità, perché non risente dell’effetto di altri fattori quali contrazione muscolare, postura, idratazione e ritenzione di liquidi.

Può essere utilizzata in qualsiasi punto del corpo, anche su quei pazienti la cui conformazione impedisce un’analisi plicometrica affidabile.

I dati raccolti vengono poi analizzati dal software, che elabora una media delle diverse misurazioni e, volendo, può calcolare la percentuale di massa grassa a partire da delle formule specifiche scelte dall’operatore.

Adipometria stratigrafica ultrasonografica​

Con questa tecnica, l’ecografia dello strato adiposo sottocutaneo viene eseguita utilizzando l’ecografo in movimento, facendo scorrere il manipolo lungo la zona d’interesse.

Non si ottiene, quindi, una valutazione puntiforme ma un’immagine ecografica completa bidimensionale, dove sono misurabili e ben distinguibili gli strati adiposi e muscolari.

Quali valori rileva l’adipometria?

Grazie all’adiopometria, e in particolare con l’adipometria stratigrafica ultrasonografica, è possibile analizzare:

Tessuto adiposo SAT

Il tessuto adiposo SAT (Superficial Apidose Tissue): il primo strato di grasso, quello più superficiale, legato principalmente alla termoregolazione. Lo si riconosce dalla sua minore luminosità rispetto al DAT sottostante. Il suo spessore può variare non solo in relazione al peso, ma anche a problematiche ormonali.

Tessuto adiposo DAT

Il tessuto adiposo DAT (Deep Adipose Tissue) è il secondo strato di grasso, quello più profondo anche se non ancora viscerale. Questo strato di grasso è principalmente legato all’accumulo di adipe e normalmente si identifica per una maggiore luminosità all’esame ecografico.

Tessuto muscolare

La stratigrafia consente di ottenere informazioni non solo sullo spessore muscolare in specifici punti, ma anche sulla qualità del muscolo. Si possono osservare, le infiltrazioni di grasso in un tessuto muscolare molto allenato o infortunato e seguirne i miglioramenti nel tempo grazie ad alimentazione, allenamento o riabilitazione.

Cosa si ottiene con l'analisi?

Grazie all’identificazione delle due tipologie di strati adiposi nei vari distretti corporei, è possibile monitorare l’andamento del percorso nutrizionale e di eventuale allenamento, studiando la riduzione dello spessore di tessuto SAT e DAT.

Si possono inoltre individuare le zone di accumulo maggiore e i punti in cui il miglioramento è più difficoltoso, permettendo un intervento estremamente mirato.

Quanto costa l’adipometria?

Il costo di una valutazione adipometrica e stratigrafica si aggira normalmente tra i 40 – 70 euro, ma a Fisio Salute è compreso nel costo della visita nutrizionistica, insieme a tutte le altre valutazioni eseguite nel corso della prima visita: antropometria, plicometria e bioimpedenza.

Conclusioni sull'adipometria

L'adipometria è un esame che può essere utile quando abbiamo intenzione di iniziare un percorso alimentare, ma non è tutto.
E' necessario un approccio più amplio, che viene effettuato grazie ad una valutazione nutrizionale completa.

Bibliografia

Tiziana Ferretti

Sei interessato a questo servizio?

Scrivici o chiamaci per informazioni

Contattaci